Calendario delle celebrazioni del mese di febbraio 2020

Domenica 2 Febbraio

FESTA DELLA PRESENTAZIONE DI GESU’ AL TEMPIO – Festa della Luce\Candelora
XXIV Giornata Mondiale della Vita Consacrata e Giornata per la Vita

Il 2 febbraio, esattamente 40 giorni dopo il Natale è la festa liturgica della Presentazione al Tempio di Gesù, raccontata dal vangelo di Luca (2,22-40), e popolarmente detta “Candelora” perché in questo giorno si benedicono le candele, simbolo di Cristo luce del mondo, come viene chiamato il Bambino Gesù dal vecchio profeta Simeone:
«I miei occhi han visto la tua salvezza, preparata da te davanti a tutti i popoli, luce per illuminare le genti e gloria del tuo popolo Israele».
La stessa frase, peraltro, è ripetuta nella preghiera di compieta che chiude la giornata.

Orario festivo delle SS. Messe: 8.00, 9.30, 11.00, 12.15, 18.00
Al termine delle SS. Messe è possibile portare a casa un cero benedetto.

Ore 10.40 (si raccomanda la puntualità): ritrovo in chiesa presso la cappella della Madonna del Carmine, distribuzione delle candele, benedizione delle candele e dei ceri.
Processione luminosa interna al Santuario.

Ore 11.00: solenne Eucaristia.

Nella XXIV Giornata mondiale della Vita Consacrata, Solenne Celebrazione presieduta dall’Arcivescovo di Milano Mons. Mario Delpini, Domenica 2 Febbraio alle 17.30 in Duomo a Milano (vedi locandina bacheca fondo chiesa). Una festa per tutta la Chiesa, a cui ogni fedele è invitato a partecipare, l’invito a partecipare alla solenne celebrazione eucaristica in Duomo non è rivolto quindi solo alle persone consacrate, ma a tutti i fedeli, in particolare ai giovani bisognosi di riscoprire la vita stessa come vocazione. Dice Papa Francesco: «la vita consacrata è dono alla Chiesa, nasce nella Chiesa, cresce nella Chiesa, è tutta orientata alla Chiesa”. Pertanto, si tratta di una Festa di tutta la Chiesa per un dono essenziale alla vita e alla missione del popolo di Dio.

Lunedì 3 Febbraio

Memoria di S. Biagio vescovo e martire

Al termine delle SS. Messe: benedizione della gola con la reliquia di S. Biagio

Martedì 11 Febbraio

Memoria della Beata Vergine Maria di Lourdes
XXVIII Giornata mondiale del malato

Tema: «Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi e io vi darò ristoro» (Mt 11,28) – Clicca qui

Ore 7.30: S. Messa con omelia.
Ore 8.30: S. Messa con omelia e canti.
Ore 17.30: S. Rosario meditato, con intenzione particolare per gli ammalati.
Ore 18.00: S. Messa con omelia e canti.

Al termine delle SS. Messe sarà possibile portare a casa un’ampolla di acqua benedetta, in ricordo della fonte che sgorga dalla Grotta di Massabielle.

“Vada a bere ed a lavarsi alla sorgente”, ecco ciò che la Vergine Maria ha chiesto a Bernadette Soubirous, il 25 febbraio 1858. L’acqua di Lourdes non è acqua benedetta. È una normale e comune acqua. Non ha nessuna virtù terapeutica o proprietà specifica. La popolarità dell’acqua di Lourdes è nata con i miracoli. Le persone guarite si sono bagnate, o hanno bevuto l’acqua della sorgente. Bernadette Soubirous stessa ha detto: “Si prende l’acqua come una medicina… bisogna avere la fede, bisogna pregare: quest’acqua non avrebbe virtù senza la fede!”. L’acqua di Lourdes è il segno di un’altra acqua: quella del Battesimo.