NB.: Come da sezione\pagina inerente gli orari delle Ss. Messe feriali e festive, a decorrere dal 1 Settembre 2022, resta sospesa fino a nuovo ordine, la S. Messa feriale delle ore 8.30 e quella festiva delle ore 12.15, questa decisione della Comunità è data dal fatto della presenza in comunità di soli 3 padri, che devono gestire più situazioni, inclusa anche la S. Messa quotidiana al Centro Mamma Rita. Ci scusiamo per questa ennesima modifica, ma è data dal voler gestire in modo più corretto e con le forze presenti, la vita del convento e del santuario.

In sintesi – Feriali: 7.30 \ 18.00  –  Festive; 9.00 \ 10.45 \ 18.00

(Centro Mamma Rita: feriale ore 9.00 festiva ore 10.00)

NB.: Le intenzioni delle Ss. Messe delle ore 8.30 verranno applicate in aggiunta alla S. Messa delle 7.30, quelle della S. Messa delle ore 12.15 in quella delle ore 10.45

 

IL MESE DI SETTEMBRE 2022 – CELEBRAZIONI \ APPUNTAMENTI

Calendario Settembre 2022  (qui a lato la locandina che puoi aprire e scaricare)

IL MESE DI OTTOBRE 2022 – CELEBRAZIONI \ APPUNTAMENTI

Calendario Ottobre 2022  – (qui a lato la locandina che puoi aprire e scaricare)

Calendario Patronale S. Teresina 2022  (qui a lato la locandina che puoi aprire e scaricare)

NOTIZIA IMPORTANTE: S. TERESA DI GESU’ BAMBINO PROCLAMATA PATRIMONIO DELL’UMANITA’ ALL’UNESCO a 150 anni dalla nascita, nell’Anno 2023

UNESCO Quattro personaggi cristiani celebrati nel prossimo biennio 2022\2023

Santa Teresa di Lisieux, Copernico, Mendel e San Nerses, saranno celebrati dall’organismo ONU per la cultura, per aver contribuito al bene universale dell’umanità.

Per il 150esimo dalla nascita di Santa Teresa di Lisieux, che si celebrerà nel 2023, c’è già un comitato preparatore e una lista di varie iniziative. La notizia è già pubblica, resa nota da monsignor Francesco Follo, Osservatore Permanente della Santa Sede all’UNESCO.

quattro religiosi sono stati proposti da Francia, Repubblica Ceca, Polonia e Armenia. Due di loro sono scienziati, hanno svolto ricerche che hanno cambiato il corso della scienze: Mendel ha messo le basi della moderna genetica, Copernico ha spiegato che è la terra che gira intorno al sole e non viceversa.

In Francia, l’anniversario di Santa Teresa di Lisieux era già in preparazione, con molte iniziative, sia nel santuario di Lisieux, sia nel piccolo villaggio di Alençon, che aveva dato i natali alla Santa.

“Santa Teresa – ha spiegato a Famille Chretienne padre Olivier Ruffay, rettore del santuario di Lisieux – era una educatrice delle sue sorelle, e in particolare delle novizie, cui voleva insegnare la libertà interiore per rispondere meglio alla chiamata del Signore. Questa dimensione educativa è molto evidente nei suoi manoscritti e nella sua corrispondenza”.

Non va dimenticato che San Giovanni Paolo II ha proclamato Santa Teresa dottore della Chiesa il 19 ottobre 1997. Il cristianesimo, ribadisce il presule, «ha dato una forma all’Europa» e del resto «San Giovanni Paolo II diceva che una fede che non diventa cultura non è una fede matura». La “piccola Teresa” aveva avuto, tra l’altro, un successo editoriale straordinario con il suo primo libro, Storia di un’anima, e nel corpus letterario ci sono 266 lettere, 54 poesie, 8 opere teatrali.

La candidatura all’UNESCO prevede lo sviluppo di diversi progetti: la creazione di un comitato direttivo per diversi eventi organizzati in omaggio a Santa Teresa nei prossimi anni, alcuni dei quali senza dubbio saranno decentrati a Lione e Marsiglia, una conferenza in onore della santa nel 2023 che si terrà probabilmente all’UNESCO, un film. È l’inizio di un decennio di centenari per il santuario di Lisieux: nel 2021, saranno cento anni da quando Santa Teresa è stata proclamata venerabile, nel 2023 è il centenario della beatificazione, il 2025 quello della Canonizzazione. E poi, nel 2027 saranno cento anni che Santa Teresa è stata proclamata patrona delle missioni, e nel 2029 è il centenario della posa della prima pietra della grandiosa basilica santuario di Lisieux.

l’UNESCO vuole “onorare la memoria delle persone che hanno lavorato nei campi della pace, dell’educazione, della scienza, delle scienze sociali e della comunicazione”. Teresina era in competizione con 60 personalità presentate da 47 Stati…quindi è veramente una bella e importante notizia, soprattutto per il Carmelo di Monza, di cui ne è titolare e patrona…

            

 

INIZIATIVE DI PREGHIERA PER LA PACE IN UCRAINA

Al Carmelo: TUTTI I SABATI, ALLE ORE 17.30 S. ROSARIO PER INVOCARE LA PACE – invitiamo a partecipare

Appello di Papa Francesco per la Pace in Ucraina

Preghiamo per la pace

Presentiamo questa proposta di preghiera del Servizio diocesano di Pastorale liturgica della Diocesi di Milano, con le parole di Giovanni Paolo II.

Signore, sorgente della giustizia
e principio della concordia,
apri il cuore degli uomini al dialogo
e sostieni l’impegno degli operatori di pace,
perché sul ricorso alle armi prevalga il negoziato,
sull’incomprensione l’intesa,
sull’offesa il perdono, sull’odio l’amore.
Dio dei nostri Padri, Signore della pace e della vita,
Padre di tutti.
Tu condanni le guerre
e abbatti l’orgoglio dei violenti.
Ascolta il grido unanime dei tuoi figli,
supplica accorata di tutta l’umanità:
mai più la guerra, avventura senza ritorno,
mai più la guerra, spirale di lutti e di violenza.
                                                       (Giovanni Paolo II)

INIZIATIVA DI SOSTEGNO ALLE POPOLAZIONI UCRAINE DELLA CARITAS AMBROSIANA A CUI  ADERISCE ANCHE IL CARMELO

SOS Ucraina A    SOS Ucraina B   cliccando su questi due link si apriranno due schermate con tutte le informazioni per poter “aprire il cuore” e sostenere le popolazioni ucraine pesantemente colpite dalla guerra in atto in Ucraina